Da Valona a Saranda: un viaggio alla scoperta dell’Albania.

Dopo aver attraversato la Croazia e conosciuto le città di Zagabria e Spalato, dopo aver fatto una breve sosta a Podgorica in Montenegro, il nostro Road Trip è proseguito alla scoperta di una terra per noi sconosciuta: l’Albania.

Quarta tappa: Albania, da Valona a Saranda.


INFORMAZIONI PRATICHE:

Documenti: è sufficiente essere in possesso di carta d’identità valida per l’espatrio.

Moneta: in Albania la moneta ufficiale è il Lek: 1 euro equivale a circa 122 lek. Il mio consiglio è quello di cambiare la moneta il prima possibile. Sono davvero pochi i posti dove accettano carte di credito, tendenzialmente tutti vogliono essere pagati in contanti.

Mezzi pubblici: il metodo più comodo per visitare l’Albania è sicuramente l’auto. I mezzi di trasporto sono sì presenti, ma poco affidabili.

In auto: se decidete di andare in Albania in auto nel mese di agosto, è probabilmente paragonabile ad un suicidio. Oltre la – ormai consueta – coda alla dogana, aspettatevi di trovare cose praticamente ovunque. Soprattutto nelle vicinanze delle grandi città. Distanze molto brevi possono risultare quindi infinite da percorrere – per farvi capire, ci si impiega anche 2h / 2h e mezza per percorrere 15/20 km.

In aereo: raggiungere l’Albania in aereo è sicuramente il modo più veloce ma può risultare molto costoso nei mesi estivi. L’unico aeroporto per ora in funzione è quello di Tirana collegato grazie a 11 compagnie aeree con le maggiori città italiane.


Prima sistemazione scelta – Valona:


Cosa vedere a Valona e nei suoi dintorni?

  • Valona e la sua spiaggia: è sicuramente una delle più frequentate spiagge di Valona, si trova infatti al centro della città. È una grande spiaggia di sabbia, facile da raggiungere, vicino ai bus e agli hotel. In realtà questa comprende due spiagge, per fronteggiare la richiesta turistica: quella più vecchia ossia Plazhi i Vjeter e quella nuova ossia Plazhi i Ri.

  • Karaburun e Sazan: entrambe sono ex aree militari (non a caso troverete bunker, edifici in rovina, gallerie sotterranee e rifugi antinucleari) aperte al turismo da qualche anno. Karaburun è una penisola incontaminata raggiungibile sia via terra che via mare, Sazan è invece un’isola raggiungibile soltanto via mare. Una gita in barca risulta obbligatoria se si vogliono ammirare le bellezze che caratterizzano questi due posti!

  • Spiaggia di Gjipe: questa spiaggia non è facile da raggiungere, per questo motivo è ancora un paradiso selvaggio ed incontaminato. La si può raggiunge con un sentiero sterrato sulla costa, abbastanza impegnativo ma davvero, in circa 30 minuti vi condurrà in un altro mondo. Si narra infatti che il nome di questa spiaggia provenga da “Gjiri i Perendise” ovvero “baia di Dio“.

  • Llogora National Park: questo è un posto incantato. Il Llogara National Park si estende per circa 10km quadrati e al suo interno è possibile trovarvi il Llogora Tourist Village un luogo naturale e magico immerso nel verde dove è possibile entrare in contatto con dei bellissimi esemplari di cervi – l’ingresso è gratuito dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 18:00 a chiusura.

  • Porto Palermo: questa è una scenografica baia che ospita l’omonimo castello – perfettamente conservato – visitabile al costo di appena 3,00€. Vi sarà possibile accedere al suo interno e curiosare tra corridoi e sale che hanno ospitato alcuni dei personaggi locali più importanti degli ultimi due secoli.

L’Albania ha saputo regalarmi spettacoli unici e panorami indimenticabili. La strada che percorre la costa è qualcosa che lascia senza fiato tra un susseguirsi di spiagge e piccole cittadine, fino ad arrivare al parco naturale con le sue aride cime. L’Albania è un paese da saper vivere, molto spesso improvvisato e che, alcune volte, ha lasciato dentro di me alcuni grossi punti di domanda – non sempre mi sono infatti ritrovata nelle loro usanze.

E cosa dire? La prima parte del viaggio si conclude qui. In realtà ci sono tantissimi posti da visitare e altrettante spiagge fantastiche in cui rilassarsi. Nel prossimo articolo vi racconterò della seconda parte del viaggio in Albania: Saranda!


Se vuoi avere qualsiasi tipo di informazione su Valona, non esitare a metterti in contatto con me! Sarò ben felice di poterti aiutare!

One thought on “Da Valona a Saranda: un viaggio alla scoperta dell’Albania.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: